ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Come affrontare il mal d'auto nei bambini

I bambini soffrono spesso di mal d'auto (o cinetosi). Leggi i consigli del Pediatra sui rimedi naturali, sui comportamenti corretti e sui farmaci (tipo Xamamina) da utilizzare.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Abbiamo una bambina di 15 mesi che soffre terribilmente il mal d’auto da quando aveva sei mesi. Vomita ripetutamente sia in città, sia sull’autostrada (per esempio, su un tragitto di 600 km in autostrada vomita 7-8 volte. Le ultime delle quali è solo più schiuma e sebbene non sia mai svenuta, alcune volte pare che debba venir meno tanto è spossata). Vorremmo sapere cosa possiamo fare per ovviare, se non risolvere il problema. Il nostro pediatra ci ha detto che è troppo piccola per i farmaci e di dare preferenza al treno, ma purtroppo questo non è sempre possibile. Vorremmo inoltre sapere se è presumibile che la bimba possa soffrire anche l’aereo, specie lunghi viaggi e come dobbiamo comportarci essendo a breve in trasferimento per l’estero. Facciamo presente che in città la situazione è un pochino migliorata da quando la sediamo sul suo seggiolino sul sedile anteriore dell’auto con viso fronte strada, ma in autostrada, per motivi di sicurezza e di norme del codice della strada continuiamo a sederla sul sedile posteriore.

Per chinetosi (o cinetosi) si intende quell’insieme di disturbi (nausea, vomito, vertigini, pallore, sudorazione fredda) che colpiscono alcuni soggetti durante un viaggio in auto (mal d’auto), o in aereo (mal d’aria), o in imbarcazione (mal di mare). I sintomi sono dovuti ai ripetuti scuotimenti provocati dal mezzo in movimento, che si ripercuotono sul sistema che presiede all’equilibrio del corpo. In genere questi disturbi sono meno avvertiti se il viaggio avviene di notte o al mattino, possibilmente con soste frequenti per camminare (ogni 2-3 ore).

È preferibile affrontare il viaggio a stomaco pieno, per ridurre la sensazione di nausea. Prima di partire è sconsigliabile assumere caffeina mentre sono utili latte o yogurt. Il treno è il mezzo migliore poiché, anche se le vibrazioni hanno più o meno la stessa intensità che in automobile, è possibile però muoversi e ciò riduce il fastidio dovuto agli scossoni. In tutti i casi è opportuno sedersi rivolti al senso di marcia.

Possono essere utili i farmaci antichinetosici a base di dimenidrinato (Xamamina) purché assunti almeno mezz’ora prima della partenza e tenendo presente che queste sostanze causano sonnolenza o, in alcuni bambini, hanno un effetto paradosso provocando nervosismo, irrequietezza e eccitazione. Possono inoltre dare sintomi extra-piramidali con disturbi del tono muscolare e della motilità. Più tollerato, anche nei bambini più piccoli, è un altro farmaco chiamato prometazina.

Nel caso il bambino  incorra comunque nei tipici sintomi della chinetosi è utile:

  • tenere gli occhi aperti e guardare lontano
  • non assumere alimenti
  • preferire posti ventilati e meno oscillanti
  • riposare in ambiente silenzioso.

1/9/1997

9/2/2009

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!

I commenti dei lettori

ho una bambina di 13 mesi che soffre il mal d auto da qnd aveva 7 mesi,nn faccio nemmeno un kilometro e vomita!per me è diventato un vero incubo!!!non sono più uscita con lei in macchina nemmeno al mare!!!e se devo andare via la lascio ad i miei suoceri ma non voglio vivere così perchè quando esco voglio che venga con me!!!!tra un paio di giorni devo andare al mare e il viaggio durerà 1 ora e mezza ho il terrore!!!il pediatra mi ha prescritto le gocce tinset che è un antistaminico ma ha detto che fa anche per il mal d auto quello che vorrei sapere e se vanno bene davvero e se ce qualcuno che le ha provate col proprio figlio e come si è trovata.

cristina (TV) 26/08/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza di viaggio, arricchisci la pagina con le tue idee per una vacanza coi figli.

Questo articolo ti è stato utile?

Iscriviti gratis alle nostre PILLOLE di PEDIATRIA: riceverai un consiglio al giorno dai nostri pediatri, su misura per l'età del tuo bambino. E sarai aggiornata su tutti gli articoli in pubblicazione su MAMMAePAPA'. Iscriviti ora gratis!

Altro su: "Come affrontare il mal d'auto nei bambini"

Sedativi per un viaggio
Se il bambino non si addormenta in viaggio in aereo, in via preventiva è possibile dare un antistaminico.

E' un progetto

salute

Zoom caratteri   A   |   A   |   A

Ultimi articoli in pubblicazione

Biennale di Architettura 2016 eventi per bambini
Fino al 27 novembre, in occasione della Biennale di Architettura di Venezia, un ricco programma di attività per i bambini.
Duomo a 5 sensi... + 1, visite guidate
Tutti i bambini, dai 5 ai 12 anni, potranno visitare l'esposizione sensoriale “5 sensi… + 1” del Duomo di Milano.
Safari notturni al Bioparco di Roma
A luglio, ogni venerdì sera, al Bioparco di Roma, Immersi nella magica atmosfera della notte, si partirà per un’avvincente visita guidata notturna.
Sedativi per un lungo viaggio in aereo
Se il bambino non si addormenta in viaggio in aereo, in via preventiva è possibile dare un antistaminico.