ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Viaggi e vacanze

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Presepe galleggiante di Cesenatico

Allestito sulle barche del Museo della Marineria di Cesenatico, potrete ammirare fino all'Epifania il Presepe Galleggiante.

a cura di: Stefania Gonzales

Fino all'Epifania si può vedere a Cesenatico il Presepe galleggiante, allestito sulle barche del Museo della Marineria nello scenario del porto-canale leonardesco. Le sculture in legno, a grandezza naturale, riproducono le figure tipiche della vita marinara, come il pescatore e la pescivendola, ma anche il falegname, il burattinaio, la donna con le piadine, i bambini, i musicisti. Tutte figure che rimandano alle origini e alle tradizioni di Cesenatico, città di artigiani, commercianti, marinai, agricoltori, musicisti e poi ancora cuochi, albergatori, bagnini. Anno dopo anno il Presepe cresce (dalle sette figure del primo anno, oggi siamo a trentacinque pezzi) e ora c'è anche San Francesco, l'inventore del Presepe, San Giacomo, patrono della città e grande viaggiatore, con la borraccia e la conchiglia per dissetarsi. E naturalmente ci sono l'angelo, i magi, la Sacra Famiglia. La tecnica costruttiva del presepe di Cesenatico è molto originale: le parti esposte, visi, mani e piedi, sono scolpite nel legno di cirmolo, le vesti drappeggiate sono in tela irrigidita dalla cera pennellata a caldo su scheletri di legno resi voluminosi da una rete metallica leggera modellata nella forma voluta. Per informazioni Ufficio IAT: tel. 0547.673.287.

Il Museo della marineria, per ora l'unico in Italia, ha sede nel tratto più antico del porto di Cesenatico. È la sintesi di secoli di storia marinara, di vicende legate alla pesca e ai traffici marittimi, per anni unico simbolo della città, prima che Cesenatico scoprisse la sua vocazione turistica. L'atmosfera marinara si respira ancora oggi lungo le rive del porto-canale, contornate da edifici a schiera, un tempo dimora di pescatori e sede di magazzini per zolfo, sale, carbone e attrezzi da pesca. Il porto, probabilmente di origine romana, fu abbandonato dopo le devastazioni dei Longobardi, ma riprese l'attività nel 1314, grazie agli interventi di scavo della Comunità di Cesena che voleva uno sbocco al mare per la propria attività mercantile. Da quella data il porto di Cesenatico assunse una certa importanza nella vita economico-politica dell'alto e medio Adriatico, causando invidie nelle vicine città che lo distrussero a più riprese. Fu ricostruito più volte e per uno di questi interventi di ristrutturazione, nel 1502, Cesare Borgia chiamò addirittura Leonardo a Vinci. Il Museo della Marineria è in via Armellini, 18 tel. 0547-79205.

Ma a Cesenatico non c'è solo il porto-canale: tutte da vedere sono le vie alle sue spalle che nascondono piccoli tesori, come le Conserve, pozzi conici riempiti di ghiaccio e neve per conservare il pesce utilizzati come refrigeratori di alimenti già a partire dal Cinquecento e in uso fino ai primi decenni del Novecento. Cesenatico, per la sua funzione di porto peschereccio, ne possedeva una ventina: ne rimangono quattro, due con copertura e due all'aperto. La zona delle conserve aveva un aspetto singolare e oggi l'omonima piazzetta rappresenta una realtà unica e, con la vicina pescheria, un vero e proprio museo vivo. Altri preziosismi di Cesenatico sono il lavatoio pubblico, luogo di chiacchiere per le donne del paese in funzione fino alla Seconda Guerra Mondiale, e la Rocca, del XIV secolo, di cui rimane ben poco. Costituita da un torrione centrale circondato da un circolo di mura a forma di diamante, era il perno difensivo della Cesenatico medievale, circondata da canali e ponti.

Dove mangiare

L'Osteria del Gran Fritto La Buca (corso Garibaldi, 45 Cesenatico, tel. 0547-186-07-64) è la dependance di uno dei migliori ristoranti della riviera romagnola. Il piatto forte, lo dice anche il nome del ristorante, è il fritto di paranza, ma ci sono pesci cotti in tutti i modi: calamari e gamberi alla griglia, cozze alla marinara, pesce bianco al forno.

Dove dormire

L'Hotel Residenza Lido (viale Carducci, 51 ang. via Ferrara 14, Cesenatico, tel. 0547.672.194, ha un giardino di 100 metri quadri e si affaccia su un mare a basso fondale. È una costruzione all'avanguardia con vetri, marmi e alluminio. Dispone di camere e appartamenti, piscina riscaldata con solarium e mini-club estivo. È aperto tutto l'anno.

12/4/2002

4/10/2010

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza di viaggio, arricchisci la pagina con le tue idee per una vacanza coi figli.

Questo articolo ti è stato utile?

Iscriviti gratis alla nostra newsletter BIMBINVIAGGIO: riceverai idee e proposte per viaggie e gite per te e il tuo bambino. E sarai aggiornata su tutti gli articoli in pubblicazione su MAMMAePAPA'. Iscriviti ora gratis!

Altro su: "Presepe galleggiante di Cesenatico"

Museo della matematica di Roma
A Roma, si trova il Museo di Matematica, dove la matematica non si "dimostra" ma si "mostra".
Museo di Scienze Naturali del Collegio Mellerio Rosmini
Il museo ospita una collezione di numerose specie di animali e di insetti, ma anche numerose specie di piante e di minerali.
Museo del Rugby
A Roma, all'interno del museo del Rugby i bambini potranno osservare oltre mille maglie di varie squadre, medaglie, coppe e gli accessori per questo sport.
Il Mav di Ercolano
Un’idea carina per divertire istruendo i propri figli è il museo Mav a Ercolano.
Museo della magia di Parigi
Il museo della magia a Parigi è un luogo incredibile che conserva tutto ciò che riguarda l'arte magica, che incanta grandi e bambini.
Museo Civico Antonino Olmo
Nel cuneese alla scoperta dell'arte e della storia presso il Museo Civico Antonino Olmo e la Gipsoteca Davide Calandra a Savigliano.

E' un progetto

eventi per bambini

Zoom caratteri   A   |   A   |   A

Ultimi articoli in pubblicazione

Biennale di Architettura 2016 eventi per bambini
Fino al 27 novembre, in occasione della Biennale di Architettura di Venezia, un ricco programma di attività per i bambini.
Duomo a 5 sensi... + 1, visite guidate
Tutti i bambini, dai 5 ai 12 anni, potranno visitare l'esposizione sensoriale “5 sensi… + 1” del Duomo di Milano.
Safari notturni al Bioparco di Roma
A luglio, ogni venerdì sera, al Bioparco di Roma, Immersi nella magica atmosfera della notte, si partirà per un’avvincente visita guidata notturna.
Sedativi per un lungo viaggio in aereo
Se il bambino non si addormenta in viaggio in aereo, in via preventiva è possibile dare un antistaminico.