ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Viaggia con noi

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Favignana

Dalla fine di maggio a giugno, l'isola di Favignana risuona delle voci dei tonnaroti e del ribollire del mare. in questo periodo, infatti, si svolge la Mattanza, l'antica pesca del tonno

a cura di: Stefania Gonzales

Una tradizione che ha novecento anni di vita (le origini arrivano dagli Arabi, anche se si pensa che la pesca sistematica al tonno fosse già praticata dai Fenici) e che mantiene intatto il sapore crudo e violento di un duello tra un gruppo di uomini e i fortissimi tonni, spesso dalle enormi dimensioni (il più grosso mai pescato pesava 647 chili).
La mattanza segue un rituale ben preciso stabilito dal Rais (oggi è Gioacchino Cataldo), capo della tonnara e un tempo anche capo assoluto del villaggio, indiscussa autorità civile e morale. Il Rais comanda senza parole ai tonnaroti i gesti, le preghiere, i canti (le cosiddette Cialome), che sono gli stessi da secoli.
Le barche escono in mare per posizionare le reti a formare un corridoio che il tonno percorre obbligatoriamente fino alla camera della morte, una rete a maglia molto fitta e spessa, chiusa sul fondo, nella quale i tonni rimangono intrappolati: lì, dietro ordine del Rais, ha inizio la mattanza, la loro uccisione.

Se la mattanza rende Favignana un'isola diversa dalla "solita" bellezza di spiagge bianche e mare turchese, il suo simbolo è sicuramente lo stabilimento Florio, 36mila metri quadrati con 700 dipendenti (per un paese di neanche 6mila abitanti). Qui i tonni venivano appesi a sgocciolare, tagliati, cotti a tranci in enormi calderoni su braci alimentate a carbone, tagliati ulteriormente, inscatolati (a mano, ovviamente) e poi passati nell'olio. Gli stagnini sigillavano i coperchi e poi si lavavano le scatolette che, prima di essere messe nelle casse, venivano controllate due a due: se suonavano male, venivano scartate.
Favignana è chiamata dalla sua gente La Farfalla perché in effetti, la sua forma è quella dell'insetto con le ali spiegate, costituite dalle due pianure, una a est e una a ovest; al centro il corpo, costituito dalla montagna che culmina con la vetta S. Caterina (302 mt) su cui si trova l'omonimo castello. Al centro del Mar Mediterraneo, Favignana è stata sempre un punto strategico e scenario di sanguinose battaglie; come quella, nel 241 a.C., in cui i Romani annientarono la temibile flotta cartaginese. Sembra che il nome di Cala Rossa venga proprio da questo conflitto e dai fiumi di sangue che vi furono versati.
Oggi l'isola con le sue case in tufo chiaro, le spiaggette, gli scogli, le cale e il suo mare incontaminato è un'ambita meta turistica, da frequentare dalla primavera fino all'autunno.

Notizie utili

Per qualsiasi informazione sulla Mattanza e le visite guidate allo Stabilimento Florio, contattare la Pro Loco di Favignana, tel. 0923.921647; e-mail: proegadi@tin.it; www.egadi.com/proloco/default.htm.

Informazioni

Consorzio Pesca, tel. 0923.873.200. Per visitare invece i fondali di Favignana, ci si può rivolgere alle guide subacquee della Coop. Egadi Mare: tel. 0923.922.550.

15/9/2009

15/9/2009

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza di viaggio, arricchisci la pagina con le tue idee per una vacanza coi figli.

Questo articolo ti è stato utile?

Iscriviti gratis alla nostra newsletter BIMBINVIAGGIO: riceverai idee e proposte per viaggie e gite per te e il tuo bambino. E sarai aggiornata su tutti gli articoli in pubblicazione su MAMMAePAPA'. Iscriviti ora gratis!

Altro su: "Favignana"

Il Parco Avventura Madonie
A Petralia Sottana, nel cuore del Parco delle Madonie (Pa), si trova il Parco Avventura della Sicilia.
La natura intorno a Modica
Modica è immersa in un territorio molto ricco dal punto di vista naturalistico da visitare con i bambini.
Parcallario
Parcallario, in prov. di Siracusa, è un parco naturalistico con percorsi sospesi sugli alberi per trascorrere una giornata nella natura.
Arkimedeion
L'Arkimedeion è un museo scientifico dedicato ad Archimede situato a Siracusa in cui i bambini hanno la possibilità di scoprire i segreti della scienza.
Erice a Natale
Ad Erice, tutte le strade, le piazze, le chiese e i cortili della città si vestono a festa offrendo presepi artistici realizzati in modo artigianale.
Nebrodi Adventure Park
Il Nebrodi Adventure Park è uno dei parchi avventura più importanti della Sicilia per scoprire la natura e superare i propri limiti.

E' un progetto

spiaggia bambini, mare in famiglia, vacanze al mare

Zoom caratteri   A   |   A   |   A

Ultimi articoli in pubblicazione

Biennale di Architettura 2016 eventi per bambini
Fino al 27 novembre, in occasione della Biennale di Architettura di Venezia, un ricco programma di attività per i bambini.
Duomo a 5 sensi... + 1, visite guidate
Tutti i bambini, dai 5 ai 12 anni, potranno visitare l'esposizione sensoriale “5 sensi… + 1” del Duomo di Milano.
Safari notturni al Bioparco di Roma
A luglio, ogni venerdì sera, al Bioparco di Roma, Immersi nella magica atmosfera della notte, si partirà per un’avvincente visita guidata notturna.
Sedativi per un lungo viaggio in aereo
Se il bambino non si addormenta in viaggio in aereo, in via preventiva è possibile dare un antistaminico.