Viaggi e vacanze

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Porto San Giorgio

Storicamente porto di Fermo, oggi, Porto San Giorgio è il regno dei bambini.

a cura di: Stefania Gonzales

Di Porto San Giorgio parlano Strabone, storico greco del I secolo a.C., e Plinio il Vecchio, scrittore latino, comandante della flotta romana, che la chiama Castellum Firmanorum (castello dei Fermani). Nel Medio Evo compare come Portus Firmi o Portus S. Georgei ed è indicata nelle carte nautiche come importante scalo marittimo. Nel 1300, per contrastare le incursioni turche, Fermo cinse Porto San Giorgio di mura: ancora oggi si vedono alcuni tratti della cinta muraria con gli archi a sesto acuto. Da sentinella di Fermo sul litorale fungeva la trecentesca rocca Tiepolo: significativi i distici che si leggono sul portone di ingresso e che recitano "Oh città di Fermo, io ti conservo sicura la spiaggia, fatta per te chiusura del porto e protezione delle navi. Dal martire San Giorgio prendo il nome che da' buon augurio".

Per chi ha bambini Porto San Giorgio è perfetta: ovvio, che sarà meglio se ci andrete a giugno e settembre (ma anche ottobre se la stagione è clemente), quando troverete spiagge più o meno deserte, mare bello, prezzi modici.
In più si mangia benissimo e l'entroterra è tutto da vedere. Fermo, con il suo centro storico chiuso al traffico in primo luogo. Ma anche Amandola, Tolentino, Camerino e Fiastra con la splendida abbazia. La lunga passeggiata sul mare di Porto San Giorgio è utile per fare addormentare i bambini nel passeggino alla sera e per prendere un gelato prima di andare a dormire, mentre di giorno potrete godervi gli stabilimenti attrezzati con lettini, ombrelloni e giochi (scivoli, altalene, eccetera) per bambini. Potrete trovare spiagge libere e stabilimenti balneari.

Porto San Giorgio si raggiunge con l'autostrada adriatica A14, uscita al casello omonimo.