Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Sedativi per un lungo viaggio in aereo

Normalmente il bambino piccolo (al di sotto dei 2-3 anni) non soffre il viaggio in aereo e normalmente si addormenta. In via preventiva è possibile dare un antistaminico.

Sono la mamma di un bimbo di 13 mesi sano e vivace. Fra 10 giorni partiremo per il Sud America (Cile) e ci aspetta un viaggio di oltre 24 ore delle quali molte in aereo. Vorrei sapere se è possibile dare un leggero sedativo al bambino per almeno una parte del viaggio o in caso di insofferenza alla prolungata permanenza in aereo.

L'uso di farmaci della categoria degli antistaminici è indicato in tutte le cinetosi, cioè nei disturbi legati la movimento (mal d'auto, mal di mare, mal d'aereo, ecc.). Tali farmaci, infatti, oltre all'effetto principale di farmaci antiallergici, hanno diversi effetti collaterali che possono tornare utili: hanno un effetto anti-emetico, cioè calmano il vomito; danno sonnolenza (non i più recenti, però, che sono stati studiati apposta per interferire il meno possibile con la guida) fanno aumentare l'appetito (non fate cattivi pensieri: utilizzare un farmaco per stimolare un figlio inappetente dovrebbe essere punito con i lavori forzati, magari scontati in un asilo nido).

Normalmente il bambino piccolo (al di sotto dei 2-3 anni) non soffre di cinetosi e piuttosto in viaggio si addormenta. Tuttavia, in via preventiva è possibile somministrare un antistaminico per viaggiare più tranquilli.

Altro su: "Sedativi per un lungo viaggio in aereo"

Mal d'auto e bambini
Il mal d'auto (cinetosi) è un disturbo frequente nei bambini, per il quale esistono diversi rimedi, sia naturali che farmaci (xamamina, ad esempio).