Viaggia con noi

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Nicotera

Posta in posizione panoramica, a dominio della piana di Gioia Tauro, sorge Nicotera, importante centro agricolo e peschereccio della provincia vibonese. Storici e archeologi sono ormai concordi nel ritenere che la città sia stata l'emporion (il porto) della colonia magnogreca di Medma, ruolo che conservò anche in età romana. Abbandonata dagli abitanti nell'XI secolo d. C., a causa delle incursioni saracene, fu poi ricostruita da Roberto il Guiscardo, che la fortificò. Già sede vescovile nei registri di S. Gregorio Magno,ebbe fino al XII secolo il rito greco. Subì nei secoli diverse incursioni e distruzioni ad opera degli Angioini, dei Barbari e dei Turchi. Particolarmente suggestivo il centro storico che risale al XVII-XVIII secolo e che culmina con il castello dei Ruffo, nel quale attualmente ha sede il Museo civico archeologico. Da visitare la cattedrale, di origini medioevali, la chiesa di Gesù e Maria, che conserva un crocifisso ligneo rinascimentale, e il palazzo vescovile, in cui è stato allestito il Museo diocesano di arte sacra. Dall'alto del paese si domina la Marina, abitata da pescatori e contadini, e dotata di confortevoli strutture ricettive che consentono di godere del mare cristallino e della natura incontaminata. Patrimonio culturale pressoché unico sono i ventuno mulini ad acqua del XVII secolo che, posti su un unico asse che arriva fino alla marina, sfruttavano lo stesso filone d'acqua ad orario concordato. Nicotera era celebre, già nell'antichità, per i suoi graniti, che venivano lavorati sul posto e poi esportati, e di cui ancora oggi, troviamo testimonianza in architravi, portali e colonne.

Capo Vaticano

Roccioso promontorio di Capo Vaticano si trova nel comune di Ricadi (VV) a sud-ovest da Vibo Valentia, vicino a Tropea, nota località turistica nel Tirreno. E’ situato a 284 metri sul versante occidentale del monte Poro, formando lo spartiacque naturale tra i golfi di Gioia e di Sant'Eufemia. Una leggenda vuole che nell'antichità vi fosse un oracolo che sostava sul promontorio al quale i naviganti del luogo si rivolgevano prima di affrontare il mare, visitandolo nella grotta dove dimorava, che si trova sotto lo scoglio che prese il suo nome: Mantineo (in greco manteuo) che vuol dire “comunicare la volontà divina”. Il Capo ancora oggi si presenta come una località incontaminata che vanta straordinarie bellezze: strapiombi con panorami mozzafiato, possenti rocce scolpite dal vento e dal mare, isolate spiaggette con tante piccole baie (alcune raggiungibili solo dal mare o attraverso impervi sentieri), il tutto circondato oltre che dal cielo e dal mare limpido, anche da una flora e fauna mediterranea ricca ed incontaminata, che in primavera diventa un immenso giardino fiorito dai mille colori e dai mille profumi.

Tropea

Eletta la perla del mediterraneo, racchiude tra le sue mura, un romanticismo ed un fascino unico, tutto da scoprire. Molto suggestiva, offre un bellissimo colpo d’occhio se vista dall’alto. E’ edificata su un promontorio a strapiombo sulla spiaggia che con due lingue sabbiose e congiunta a due scogli “le piccole isole” di S. Leonardo e S. Maria. Su quest’ultima sorge la Chiesa di S. Maria dell’Isola. Nel centro dalle casa tutte coperte di tegole rosse, sono da visitare: la cattedrale del X-XI sec., la Chiesa di S, Francesco, la Chiesa del Gesu, di S. Maria del Carmine e dell’Annunziata. Il porto di Tropea e un gioiello architettonico che può contenere oltre 300 imbarcazioni. Nei sapori gastronomici  di Tropea, non possiamo dimenticare la “cipolla rossa” che in realtà e il prodotto principe della terra della Calabria e conosciuta in tutto il mondo per la sua straordinaria dolcezza, il suo profumo delicato, e la sua leggerezza. Tropea è ubicata su un promontorio a picco sul mare, è nota per le acque cristalline e le spiagge di sabbia bianca.

Altro su: "Calabria"

Ravello (Salerno)
Il panorama più bello del mondo per Gore Vidal è quello di Ravello, cuore medievale e culturale della Costiera Amalfitana.
Zara
Zara è una località rinomata non solo per la sua posizione geografica, ma anche perché è ricca di storia.
Amalfi
A settembre e ottobre Amalfi è proprio bella. Meno confusione, meno caldo, più pace e tranquillità. Molte chiese da visitare e tante tradizioni da scoprire.
Amantea
Amantea è un paese suggestivo. Passeggiando per le sue strade insieme ai bambini avrete la sensazione di essere finiti come fuori dal tempo.
Positano
Positano è una delle più note località della Costiera amalfitana. In inverno è perfetta per shopping e weekend culinari mentre in estate è meta di bagni.
Due hotel a Cesenatico
L'Hotel Milord e l'Hotel Villa Marina sono due alberghi ideali per le famiglie con bambini a Cesenatico.