Saperne di più

per approfondire insieme

Seggiolini auto per bambini, air-bag e normative ECE

Le regole da seguire, la legge che li regolamenta, i modelli da comprare e le normative ECE.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

La legge prevede che da subito i bambini dovrebbero essere posti sul seggiolino omologato per il trasporto in automobile. Crea problemi al neonato essere trasportato su tali seggiolini? A me sembra troppo piccolo per esservi posto dentro "da subito".

Ho letto su una rivista specializzata che a partire da 15 Kg. (credo) si può mettere il bambino nell'apposito seggiolino, anche di fianco al guidatore con il viso rivolto verso la strada (proprio come il conducente) e di non preoccuparsi se si ha l'air-bag perché l'altezza del bambino non può creare problemi. Non so se sono stata chiara, ma vorrei delle spiegazioni in merito e oltre a questo sapere da quando si può cominciare ad usare l'altro seggiolino per auto (quello che serve solo a rialzare il bambino in modo da potergli allacciare comodamente la cintura di sicurezza della macchina).

I seggiolini per auto sono obbligatori dal 1988, ma solo con il nuovo Codice della strada (entrato in vigore dal 1° ottobre 1993) sono state emanate norme precise per il loro utilizzo. Il testo dell’articolo 172 del Codice recita: "I passeggeri di età inferiore ai 12 anni che abbiano una statura inferiore a 1,50 m devono essere trattenuti da un sistema di ritenuta, adeguato alla loro statura e al loro peso".

Di conseguenza il seggiolino deve essere idoneo alla corporatura del bambino e per permetterne un corretto uso la legge ha individuato cinque categorie di appartenenza: il gruppo 0 per i bambini fino a 10 kg il gruppo 0+ per i piccini fino a 13 kg il gruppo 1 per i piccoli tra i 9 e i 18 kg il gruppo 2 per i bimbi tra i 15 e i 25 kg il gruppo 3 per i bambini tra i 22 e i 36 kg.

Esistono anche modelli "a doppia omologazione" idonei ai gruppi 0 e 1, che possono essere utilizzati per i bambini fino a 18 kg (quindi all’incirca fino ai 4 anni di vita) poiché dotati di cinture di sicurezza regolabili. Per i piccoli dei gruppi 2 e 3 si adottano i sedili di rialzo "a tavoletta", che consentono ai bambini che non raggiungono l’altezza di 1,50 m di utilizzare le normali cintura di sicurezza dell’auto.

Per trasportare i neonati si può utilizzare una apposita navicella "di sicurezza", da sistemare sul sedile posteriore e da fissare con speciali cinture in dotazione. Il neonato viene trattenuto all’interno da una fascia antiribaltamento situata all’altezza dell’addome. La culla ha una speciale imbottitura antiurto di polistirolo ma, per evitare che il piccolo si sposti all’interno della navicella durante il viaggio a causa degli scossoni dell’auto, sarà utile collocare ai lati del bambino due copertine arrotolate.

Al momento dell’acquisto dei seggiolini è importante controllare che sia presente l’etichetta riportante il codice di omologazione, che è obbligatorio per legge. Sull’etichetta devono essere infatti riportati: il gruppo di appartenenza, il peso del bambino, la scritta "universal" che indica che il seggiolino è indicato per ogni tipo di auto, l’indicazione del produttore, gli estremi della normativa ECE R44/02 o ECE R44/03 che assicurano che il seggiolino è stato sottoposto a tutti i test di sicurezza ed è stato omologato secondo le norme europee.

I seggiolini di gruppo 0 e 0+ possono essere montati anche sul sedile anteriore (ma soltanto se l’auto non è dotata dell’air-bag per il passeggero), in senso contrario a quello di marcia perché, in caso di incidente, il bambino è difeso dallo schienale, l’addome non viene schiacciato delle cinture di sicurezza del seggiolino e la testa non subisce spostamenti troppo bruschi.

Il motivo per il quale i bambini sono a rischio per traumi causati dall’air-bag risiede nel fatto che, a causa della loro bassa statura, la parte superiore della cintura di sicurezza (quella che attraversa il torace diagonalmente) non può essere posizionata in modo corretto e viene mantenuta dietro alla testa. In caso di urto il cranio del bambino viene proiettato in avanti proprio nella direttrice di espansione rapida dell’air-bag e ciò trasforma un banale tamponamento a 20 km all’ora in un impatto da 200 km all’ora con l’air-bag, con grave rischio di traumi importanti al collo ed al capo.

Il posto più sicuro sia per un bambino piccolo che per un bambino grande è in tutti i casi il sedile posteriore dell’auto: secondo l’Accademia Americana di Pediatria il rischio di trauma è maggiore del 29% per i bambini sul sedile anteriore, anche se non c’è l’air-bag.

Ricordiamo infine che i bambini sotto i 3 anni di età possono viaggiare seduti sul sedile posteriore, senza seggiolino di sicurezza e comunque sempre accompagnati da una persona di almeno sedici anni, purché l'automobile sia sprovvista di un sistema di ritenuta, in altre parole se il modello dell'auto non è così recente da possedere gli attacchi per le cinture per i sedili posteriori.

Altro su: "Seggiolini auto per bambini, air-bag e normative ECE"

Mettere la cintura ai bambini in auto
Ogni volta che si occupa un posto su un veicolo dotato di cinture di sicurezza, è obbligatorio per tutti utilizzarle. Un trucco ideato da due genitori attenti.
Se ami tuo figlio, legalo!
L'uso abituale della cintura di sicurezza può essere l'unico modo per salvargli la vita. Quindi se ami tuo figlio, legalo.