Viaggia con noi

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

A pochissimi chilometri da Como, Cernobbio, grazie all'incantevole lungolago, alle storiche ville che lo costellano e al fresco degli ampi parchi, è una delle più note località turistiche del lago di Como.  
Le prime notizie su Cernobbio sono del XII secolo, quando i documenti la tratteggiano come villaggio di pescatori.
Poi, coinvolta in numerose guerre tra comuni, venne più volte attaccata fino a essere completamente distrutta da Filippo Maria Visconti nel 1432 e un secolo dopo dalla rivale Torno. Il colpo di grazia le arrivò dalla peste del 1630 e dobbiamo aspettare quasi due secoli perché risorga come località turistica.

I suoi gioielli più famosi sono Villa d'Este e Villa Erba. La prima, fatta edificare nel XVI secolo, dal 1873 è un lussuosissimo albergo circondato da un parco con grotte, fontane e statue. Villa Erba, invece, costruita nel 1898 sull'area di un monastero medioevale, oggi è sede di manifestazioni e congressi. Ma altre meravigliose dimore fanno capolino sul lungolago di Cernobbio.
Villa Pizzo, sull'omonimo promontorio, immersa in un parco-giardino all'italiana con scalinate, terrazze, una fontana, statue e piante antiche e rare. Il primo nucleo è cinquecentesco, ma numerosi sono gli ampliamenti apportati nei secoli successivi. In particolare, grande lustro le venne dato nel 1865, quando, acquistata da Guglielmo III d'Olanda per Madame Musard, fu fatta modificare dalla dama secondo il gusto dell'epoca. Fu allora che la villa mutò il colore della facciata in rosa antico e abbellì le sale interne con cineserie che le donavano un tocco di esotismo. Nel 1873 il nuovo proprietario, Pietro Volpi Bassani cercò di ripristinare l'antico aspetto aprendo una darsena.
Inoltre, se sulla piazza sul lago si distinguono Villa Fasana e Villa Besana, in via Regina è da segnalare la liberty Villa Bernasconi (del 1905), fatta costruire da Davide Bernasconi, proprietario di una tessitura, come propria abitazione, ma anche come sede dell'opificio, delle case degli operai e di un asilo infantile.

Da Cernobbio una strada panoramica porta al Monte Bisbino, opera militare del 1916, con camminamenti, trincee e postazioni militari costruiti durante la Prima guerra mondiale per contrastare un eventuale attacco dalla Svizzera. Questa linea difensiva, nota come Linea Cadorna, iniziava al Passo del Gran San Bernardo e arrivava fino allo Stelvio. Dalla cima del Monte Bisbino, a più di 1300 metri, si gode un'incantevole vista sul lago, mentre meta di pellegrinaggio è l'antico santuario della Beata Vergine del Bisbino del XVII secolo. Lungo la strada che conduce alla cima ci sono molte grotte da visitare: come il Buco della Volpe, con laghetti e collegamenti d'acqua sotterranei (presso i casolari dell'Alpe di Scarone), o la Zocca d'Ass sotto l'Alpe di Garzegallo. Inoltre, prima di arrivare in cima seguendo l'indicazione Rifugio Bugone si arriva alla casa della famiglia Raimondi, la cui figlia, Giuseppina, andò in sposa per breve tempo a Giuseppe Garibaldi. 

Come andare. Con l'autostrada A/9 direzione Como - Chiasso uscite a Como Nord. Imboccando la statale Regina (ci sono tutte le indicazioni), il primo paese che si incontra è Cernobbio.

Altro su: "Cernobbio (Como)"

Bellagio
Alla scoperta di Bellagio insieme ai bambini, il paese più suggestivo del lago di Como.
Il museo e il giardino botanico di Villa Carlotta
Visitate con i vostri bambini Villa Carlotta situata a Tremezzo in provincia di Como alla scoperta del bellissimo giardino botanico e del museo.
Jungle Raider Park
Il parco avventura più grande di tutta la Lombardia si trova a Clavenna, in provincia di Como.
Il Museo Moto Guzzi sul Lago di Como
Il Museo Moto Guzzi è la meta ideale per le famiglie con bambini maschi perché raccoglie una ricchissima collezione di oltre 150 pezzi espositivi.
Isola Comacina
Alla scoperta dei segreti dell'Isola Comacina, l'unica isola del lago di Como.
Il Museo Etnografico Naturalistico della Val Sanagra
Il Museo Etnografico Naturalistico della Val Sanagra nasce per cercare di mantenere la memoria del passato.