Viaggi e vacanze

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Sono davvero numerosi in Italia i musei archeologici, altrettanto numerose sono le città che sono in possesso di aree e parchi archeologici di eccezionale bellezza. Tutti questi luoghi sono senza dubbio delle mete ideali per i bambini che qui possono infatti immergersi nella storia ed andare alla scoperta dei segni lasciati dal passato. Purtroppo però sia i musei che i parchi archeologici offrono ai bambini la possibilità di immergersi nella storia solo per qualche ora soltanto, luoghi in cui è impossibile trascorrere l'intera giornata all'insegna del passato. E se ci fosse un paese che è stato del tutto riconosciuto come parco archeologico? Vi sembra impossibile, lo sappiamo bene, ed invece è proprio così. Stiamo parlando di Compsa, il piccolo borgo di rara bellezza archeologica che si erge vicino al Logo di Conza in Alta Irpinia nella provincia di Avellino.
Il borgo è stato riconosciuto parco archeologico nella sua interezza perché ovunque vi giriate potete osservare i segni del passato e perché qui è possibile osservare una stratificazione temporale che può essere considerata davvero unica e che offre ai bambini la possibilità quindi di scoprire come secolo dopo secolo sia cambiato il modo di costruire le città e il modo di vivere.

compsa

Ecco che una passeggiata in questo borgo permette allora ai bambini di scoprire l'architettura antica osservando i resti dei palazzi medievali e di quelli feudali, di scoprire la bellezza dei monumenti rinascimentali e anche ovviamente l'importanza di tutte le strutture che un tempo erano necessarie per mantenere intatta la sicurezza della città come il castello di cui oggi sono visibili ovviamente però solo alcuni resti e come le antiche mura di cinta. Non solo, i bambini potranno osservare anche lo stile di vita di un tempo, quella vita che era fatta di politica e amministrazione ma anche di benessere e di svago. Davanti ai loro occhi si aprirà la zona della città destinata infatti alle cure termali e anche l'immancabile anfiteatro.
A Compsa i bambini potranno scoprire anche il modo in cui un tempo veniva vissuta la spiritualità.
Osserveranno la chiesa ovviamente della città ma anche le tombe.
Meravigliosa la necropoli di Fonnone, un luogo questo davvero ricco di suggestione dove sono state ritrovate 11 tombe. Peccato però che sono una di queste tombe sia intatta, le altre sono andate distrutte con il passare degli anni oppure hanno subito saccheggi di varia tipologia.
Una passeggiata a Compsa insegna ai bambini ad amare il passato, a scoprirlo, ad essere curiosi verso lo stile di vita di coloro che hanno solcato questa terra prima di noi ed insegnerà loro che luoghi di questa tipologia meritano di essere salvaguardati, meritano di poter vivere intatti per sempre.
Per avere maggiori informazioni su questo luogo eccezionale vi consigliamo di visitare il sito internet della Pro Loco di Compsa disponibile alla pagina http://www.prolococompsa.it.

Altro su: "Compsa"

Atripalda
In provincia di Avellino, visitate Atripalda, un centro importante non solo per le passeggiate tra i vigneti, ma anche per il bellissimo forte.
Avellino
Ad Avellino, visitate l'ex Carcere Borbonico per andare alla scoperta della collezione di presepi.
Lauro
I murales che si susseguono da una parte all'altra del paese, sono una sessantina circa, fanno di Lauro una meravigliosa tavolozza, un museo a cielo aperto.
Il borgo di Taurasi
Le origini di Taurasi si perdono nella notte dei tempi: i numerosi ritrovamenti archeologici attestano che questo territorio era abitato già nell'Eneolitico.
Tufo in provincia di Avellino
L'attrattiva di Tufo non sono solo i vigneti, ma il bellissimo castello che sorge sulla parte più alta della città.