Viaggia con noi

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Circa 60 chilometri di strada cingono il Lago di Bolsena, crocevia tra Lazio, Umbria e Toscana. Chilometri di natura, paesaggi, residenze e spiagge. Lasciando alle spalle boschi e musei, fate rotta verso l'Isola Bisentina. Qui, a parte il bellissimo Palazzo Farnese, ci sono un magnifico giardino e un parco principesco. I bambini si divertiranno con la gita in barca (Navigazione La Bussola tel. 0761870760, Navigazione Alto Lazio tel. 0761798033) che dura un'ora da Bolsena e mezz'ora circa da Capodimonte. Potete raggiungere i due paesi in auto con la A1, uscita Orvieto, da dove prendete la ss 71 fino a Bolsena o fino a Montefiascone dove seguite per Capodimonte.

L'Isola Bisentina, abitata dagli Etruschi e dai Romani, si identifica nel nome dei Farnese, i principi che la acquistarono nel Cinquecento. Alessandro Farnese (Papa III) commissiona ad Antonio da Sangallo il Giovane, l'architetto "di famiglia", il Palazzo e la chiesa dei SS. Giacomo e Cristoforo, completata dal Vignola nella metà del XVI secolo. La sua grande cupola in piombo a pianta ottagonale si staglia oltre gli alberi del parco. La chiesa era dotata di sontuosi arredi, trafugati dalle truppe napoleoniche: rimangono il tabernacolo e il dossale in legno. E ancora si deve al Sangallo, architetto della Rocca Farnese di Capodimonte, la Rocchina, una curiosa edicola ottagonale costruita sulla punta tufacea dell'isola che finisce a strapiombo nel lago. Sempre ai Farnese è legata la nascita del giardino all'italiana (l'originale oggi non esiste più) e le cinque cappelle della Via Crucis con affreschi quattrocenteschi, che portano al Monte Tabor. Quando i Farnese caddero in disgrazia, l'isola divenne di proprietà della Santa Sede. E da allora, tra le mura del palazzo e le siepi del giardino, si alternò una girandola di famiglie illustri. Fino all'arrivo di Beatrice Spada Potenziani che arricchì il giardino di palme e magnolie, mentre un suo erede, Giovanni Fieschi Raveschieri, fece restaurare gli edifici e aprì i cancelli al pubblico. Oggi si può passeggiare nel parco o visitare il piccolo giardino all'italiana fatto fare a immagine e somiglianza del parterre della Villa della Pietraia vicino a Firenze. Le visite si effettuano in concomitanza con gli orari delle compagnie di navigazione.  Forse non tutti sanno che il Lago di Bolsena è un attento custode di tesori sommersi databili alla preistoria. Le prime scoperte archeologiche risalgono agli anni Sessanta e da allora non c'è anno in cui le acque non rilascino qualche importante reperto. Come due piroghe monossili, cioè scavate in un unico tronco d'albero: una è stata trovata proprio sul fondale dell'Isola Bisentina a una profondità di circa 14 metri.

Altro su: "Isola Bisentina sul Lago di Bolsena"

Lago di Varano
Il Lago di Varano è situato sulla costa settentrionale del Gargano. E' il maggiore dei laghi dell'Italia meridionale.
Il Lago Fusaro
Il Lago Fusaro, vicino a Napoli, è in realtà quasi una laguna, visto che lo separa dal mare soltanto una bassa duna sabbiosa.
Lago di Bracciano
Il Lago di Bracciano, originariamente chiamato anche Lago Sabatino, è un lago di origine vulcanica situato nel nord della provincia di Roma.
Il lago Parco Zoo
Il Lago Parco Zoo (Mo) è un parco a misura di bambino in cui tutta la famiglia al completo può trascorrere una piacevole giornata alla scoperta della natura.
Lago di Piediluco in provincia di Terni
Visitate Piediluco, nel cuore dell'Umbria, un bellissimo paese che si affaccia su un piccolo lago.
La riserva naturale Lago di Canterno
Per una gita all'aria aperta, visitate con i bambini la riserva naturale Lago di Canterno, in provincia di Frosinone.