Viaggi e vacanze

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Il Duomo

Edificato in stile romanico è preceduto da una lunga e ripida scalinata che decora la bella facciata. L’inconfondibile architettura del Duomo si erge, sovrastando l’omonima piazza al cui centro è collocata la settecentesca fontana di S. Andrea o del Popolo. Le sue forme compendiano gli stili arabo e normanno e ciò conferisce all’architettura un aspetto singolare ed un fascino particolare.

Il Chiostro del Paradiso

Consiste in uno splendida costruzione in stile gotico caratterizzata da numerosi archi e da esili colonnine in marmo. Eretto nel 1266-68 come cimitero dei cittadini illustri della città è situato vicino alla Basilica dell’ Assunta, in tale cimitero vi erano sei cappelle affrescate tra la fine del XIII e gli inizi del XIV secolo. Esso è collegato al palazzo arcivescovile e formato da un quadriportico con volte a crociera, archi acuti, colonnine binate ed archi intrecciati d'influsso moresco (da qui il nome di Paradiso).

Il Museo Civico

E' ricco di opere e reperti archeologici che raccontano la storia e le attività di Amalfi. Fondato nel 1935, si trova nella sala consiliare del palazzo municipale di Amalfi, un ex convento benedettino del XVI secolo. Vi sono esposte due ristampe della quattrocentesca Tabula Amalphitana, le Consuetudines Civitatis Amalphitanae del XVI secolo e il celebre codice contenenti le leggi marittime della Repubblica Amalfitana, risalente all’epoca normanna. Interessante la raccolta di strumenti nautici appartenenti a vascelli del XVIII e XIX secolo naufragati nelle acque di Amalfi: bussole, sestanti, termometri, barometri, un mappamondo con l’indicazione delle costellazioni zodiacali, una sfera celeste del XVIII secolo con i pianeti e le costellazioni dello zodiaco. Sono inoltre esposti paramenti sacri, gonfaloni, cimeli e circa 84 costumi d’epoca, realizzati nel 1955 da esperti artigiani su ispirazione dei mosaici bizantini, che vengono utilizzati ogni anno in occasione della regata storica delle Repubbliche Marinare.

Il Museo della Carta

Il Museo propone la conservazione del patrimonio storico e la ripresa di antiche arti come quella della fabbricazione della carta. Si possono ammirare diverse aree: la biglietteria ed angolo vendita, il sistema di canali e le torri di alimentazioni, la cartiera del XIII sec., la Sala dei Magistri, la biblioteca "Nicola Milano". Inoltre sono esposti i macchinari e le attrezzature impiegati nell'antica cartiera per realizzare la carta a mano. Le antiche tecnologie, restaurate e rese funzionanti che ricostruiscono l’intero ciclo di produzione della carta. Tra gli attrezzi secolari custoditi nel Museo è possibile ammirare gli antichi magli in legno azionati da una ruota idraulica; la pressa utilizzata per l'eliminazione dell'acqua in eccesso dai fogli e la macchina continua in piano. Nel Museo i visitatori di tutte l'età  possono assistere al processo della fabbricazione a mano di fogli in carta e al funzionamento degli antichi mulini ad acqua attivati dalle acque del torrente Canneto. Infine il museo raccoglie manoscritti, incisioni, manifesti, locandine ed è allestita un'esposizione di fotografie, stampe documentaristiche e una biblioteca a tema.

Parco dei monti lattari

Nel Parco rientrano i comuni di Positano, Amalfi e Ravello, la sua vastità abbraccia l'intera penisola sorrentino-amalfiatana con le sue vette più alte di Sant'Angelo a Tre Pizzi e il Monte Faito. Il parco è decisamente peculiare, incastonato tra monti e mare rappresenta nella sua meravigliosa molteplicità, un unicum di rara bellezza. Ciò che affascina milioni di turisti e viaggiatori non è solo il connubio tra mare e montagna che il Parco celebra, ma anche la fauna variegata: si possono ammirare esemplari di palma nana, il faggio e alcune specie di piante della macchia mediterranea. Mentre la fauna, che incuriosisce quasi sempre i più piccoli si compone di animali come la poiana, il gheppio, il pellegrino, il gabbiano reale, il corvo imperiale, la volpe, la donnola, la faina, il riccio e la lontra. Il Parco propone quattro diversi itinerari percorribili anche nella stagione invernale come il "Sentiero degli Dei", quello di "Punta Campanella" con la Baia di Ieranto, i "percorsi del Monte Faito e del Molare" ed infine una lunga passeggiata che esplora il "Vallone delle Ferrieri" e la "Valle dei Mulini". Tra gli scopi prefissati del Parco, il progetto di educazione ambientale è quello prioritario. L’attività di educazione ambientale si indirizza principalmente ai giovani delle scuole del territorio, ai quali si propongono corsi “teorici” e “pratici”, finalizzati a sensibilizzare i giovani allievi  alla cura del patrimonio naturalistico e alla salvaguardia dello stesso. Accanto ai corsi rivolti ai gruppi scolastici, sono previsti anche corsi di formazione e sensibilizzazione ambientale destinati a gruppi extrascolastici, famiglie, semplici visitatori. 


link utili:
http://www.comune.amalfi.sa.it/turismo/
http://www.museodellacarta.it/
http://www.parcodeimontilattari.it/

Altro su: "Amalfi"

Amalfi
A settembre e ottobre Amalfi è proprio bella. Meno confusione, meno caldo, più pace e tranquillità. Molte chiese da visitare e tante tradizioni da scoprire.
Parco Avventura Montevergine
Trascorrete una giornata nel Parco Avventura Montevergine situato in provincia di Avellino per scoprire la natura in modo divertente.
Altopiano del Laceno
L'Altopiano del Laceno, in provincia di Avellino, offre molte occasioni di divertimento per gli amanti degli sport invernali.
Escursioni nel Cilento
Il Cilento, zona nell'estremo meridione della Campania è un misto di mare, cultura e natura.
Benevento
Benevento è un museo a cielo aperto da visitare con tutta la famiglia.
La tarantella del Carnevale montemaranese
Il carnevale di Montemarano, è una manifestazione folkloristica di origini molto antiche e di grande spettacolarità.