Viaggi e vacanze

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Una gita alle grotte alla scoperta dell'Italia sotterranea è il modo ideale per trascorrere una giornata all'insegna del divertimento, dell'avventura e della scoperta insieme ai vostri bambini. Spesso però le visite alle grotte sono sin troppo brevi ed è sempre necessario cercare qualche altra attività che vada a colmare il resto delle ore libere a vostra disposizione. Spesso proprio la brevità della visita non riesce inoltre a colmare la sete di conoscenza dei bambini più curiosi che vorrebbero avere più tempo a loro disposizione per riuscire a comprendere il nuovo mondo che stanno osservando, quel mondo sotterraneo che a loro sembra uscito direttamente da una favola. Ecco allora che le grotte di Oliero nel comune di Valstagna sono la soluzione ideale.

Grotte di Oliero

La visita alle grotte di Oliero è sicuramente molto più lunga e variegata rispetto a quella a tutte le altre grotte presenti nel nostro territorio. I bambini potranno così veramente sentirsi dei giovani esploratori alle prese con un territorio incontaminato. Un'avventura da vivere per buona parte della giornata che non potrà che dissetare la loro voglia di conoscere e scoprire il mondo che li circonda.
Le grotte di Oliero sono delle cavità carsiche che sono state scavate lentamente dall'acqua che scende dall'Altopiano di Asiago arrivando a creare delle gole profonde di rara bellezza. 
La visita alle grotte ha inizio da un piccolo sentiero che conduce verso due covoli, il covolo degli assassini e il covolo delle sorelle. I due covoli un tempo erano sbocchi delle sorgenti ma oggi sono completamente asciutti. Qui il paesaggio è davvero di eccezionale bellezza. I bambini si sentiranno parte della natura circostante e alzando gli occhi verso l'altro scopriranno di essere sormontati da pareti rocciose davvero molto alte.
Proseguendo per il sentiero si arriva ad una conca di acqua circondata da verdi piante secolari. Questo è il punto d'inizio di un'avventura davvero fuori dal comune, un viaggio di circa mezz'ora su un a barca solcando le acque sotterranee, un viaggio che i bambini non potranno non amare. All'interno di questo mondo si scopre anche al presenza di un raro fossile vivente, il Proteo. Il Proteo è una strana forma di anfibio che è riuscita a svilupparsi solo in questa zona d'Italia, una vera e propria scoperta per i bambini che non potranno che rimanerne del tutto affascinati.
Particolarmente affascinante è la Sala della Colata, una sala costellata da stalattiti d'alabastro alte sino a 14 metri. Forme strane e originali, colori scintillanti e dimensioni immense non possono far altro che colpire dritto al cuore la fantasia dei bambini i cui occhi vi ringrazieranno per averli condotti in un avventura così densa di emozioni.

Per maggiori informazioni sulle grotte visitate il sito internet http://www.grottedioliero.it/.

Altro su: "Grotte di Oliero"

Passeggiando in Fattoria
Per trascorrere una domenica a contatto con il mondo contadino, il 20 settembre verranno organizzati dei laboratori didattici a Campo Marzo, in prov. di VI.
Una gita all'Oasi Rossi
Per stare tutto il giorno a contatto con la natura e il divertimento, portate i bambini all'Oasi Rossi, in provincia di Vicenza.
Terme di Recoaro
Le terme di Recoaro sono state scoperte nel lontano 1600, da quel momento la loro fama è stata in continua crescita.
Il museo ornitologico Angelo Fabris di Vicenza
Nel museo ornitologico di Vicenza i bambini di ogni età potranno infatti andare alla scoperta dell'ornitologia ma più in generale delle scienze naturali.
Fucina delle Scienze
Ad Asiago, dal 31 agosto al 2 settembre, la Fucina delle Scienze organizza per i bambini due giorni di full immersion nella natura.
Il Parco Faunistico Cappeller
Visitate il Parco Faunistico Cappeller, in provincia di Vicenza, per trascorrere una giornata all'aria aperta a contatto con molte specie animali.