Viaggi e vacanze

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Il Carnevale di Viareggio

Le origini del Carnevale di Viareggio risalgono al 1873, quando alcuni nobili decisero di organizzare una sfilata di carri nel centro della città.

a cura di: Elena Fossati

Il Carnevale di Viareggio è considerato uno dei più celebri e maggiormente apprezzati carnevali d'Italia e d'Europa. A distinguerlo a livello internazionale sono i carri allegorici più o meno grandi che sfilano nelle domeniche fra Febbraio e Marzo e sui quali troneggiano enormi caricature in cartapesta di politici, intellettuali e uomini di spettacolo, i cui tratti caratteristici, specialmente quelli somatici, vengono sottolineati con satira ed ironia.

Il Carnevale di Viareggio ha origini nel 1873, quando alcuni nobili decisero di organizzare una sfilata di carri nel centro della città e i poveri ne approfittarono per mascherarsi e deridere le autorità locali. Da allora il Carnevale di Viareggio è diventato il più irriverente d'Italia. La mascotte è il Burlamacco, un enorme pagliaccio vestito a righe bianche e rosse.

carnevale_di_viareggio

Il Carnevale quest’anno festeggia i suoi 140 anni e lo farà con cinque corsi mascherati. Per un intero mese dal 3 febbraio al 3 marzo (con la sola interruzione di domenica 24 febbraio per la concomitanza con le elezioni politiche) la città di Viareggio si trasformerà nella fabbrica del divertimento.
 
Sui Viali a mare si potranno ammirare 8 carri di prima categoria, 5 di seconda 9 mascherate di gruppo, 10 maschere isolate. Sopra ogni carro grande balleranno fino a 250 figuranti in maschera. E poi feste notturne, spettacoli pirotecnici, veglioni, rassegne teatrali, appuntamenti gastronomici e grandi eventi sportivi mondiali.

La Città del Carnevale

A Viareggio, un grande parco urbano accoglie la "Città del Carnevale". Il parco, di nascita recente, è adibito alla collocazione dei laboratori nei quali si creano le maschere e si concretizza tutta l'attività artigianale ed artistica carnevalesca. La Città si costituisce come un complesso di sedici capannoni e ulteriori edifici che formano una piazza, ambiente ideato per  feste e rappresentazioni. Sempre alla Città del Carnevale è possibile visitare il "Museo della Cittadella" che raccoglie tutti i segreti e i trucchi della cartapesta, materiale utilizzato per la creazione delle maschere. Il Museo della Cittadella del Carnevale racconta attraverso documenti originali, bozzetti, manifesti e modellini, la gloriosa storia del Carnevale di Viareggio. All’interno del Museo sono allestiti laboratori didattici dove è possibile cimentarsi nella manipolazione della creta e della carta e sperimentare la modellazione e lavorazione di un manufatto in cartapesta.
Per studenti e tutti coloro che desiderano effettuare esperienze di modellazione ed apprendere le singole fasi della lavorazione della carta a calco è possibile organizzare corsi personalizzati.


Info:
Viareggio
casella postale 317-55049 Viareggio
Tel: +39 0584 1840750  
Fax: +39 0584 47077
link utili: http://www.viareggio.ilcarnevale.com/index.php
http://www.viareggioturismo.it/

Altro su: "Il Carnevale di Viareggio"

La Festa di Carnevale in Italia
Il Carnevale è una festa allegra per grandi e piccini. Scopriamo e conosciamo i più famosi carnevali d'Italia, come quello di Venezia, Putignano e tanti altri.
Carnevale al Castello di Gropparello
Fate vivere ai vostri bambini la festa di carnevale con cavalieri, dame, fate e maghi il 2 marzo al Castello di Gropparello.
Il Carnevale di Putignano
Il Carnevale di Putignano è il carnevale più noto della Puglia e uno dei più antichi d'Italia e quindi del mondo. Nel 2013 giunge alla sua 619a edizione.
Carnevale al Castello di Gropparello
Domenica 14 febbraio al Castello di Gropparello bambini e genitori sono attesi per festeggiare il carnevale.
Giù la maschera
Tutti a Venezia il 3 e il 4 marzo presso la Casa dei Tre Oci per scoprire i segreti del mimetismo in natura.
Il Gran Carnevale Storico della Risata di Busseto
Dal 16 febbraio al 9 marzo si svolgerà la 133 edizione del Gran Carnevale Storico della Risata di Busseto.