Viaggi e vacanze

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

L'Orrido di Botri è una gola calcarea che è stata scavata negli anni dall'erosione delle acque del torrente Rio Pelago. Le fredde acque hanno lentamente scavato le pareti creando dei cunicoli stretti e un vero e proprio canyon. Se volete condurre i vostri bambini e i vostri ragazzi in un'avventura davvero fuori dal comune portateli in questa zona per visitare il canyon. Offrirete loro la possibilità di osservare da vicino l'erosione che l'acqua è in grado di creare, di scoprire sulla loro pelle quanto fredda possa essere l'acqua e quanti paesaggi meravigliosi possono celarsi subito dietro ad una montagna.

Orrido di Botri

L'Orrido di Botri è visitabile ovviamente solo nel periodo estivo perché solo durante i mesi più caldi le acque scendono abbastanza da permetterne l'attraversamento. Le visite guidate che partiranno nel 2012 possono però già essere prenotate, prenotazione obbligatoria per tutti coloro che vogliono assicurarsi la possibilità di visitare un luogo tanto ricco di fascino e di avventura. Ovviamente le visite all'Orrido di Botri possono essere effettuate solo con una guida esperta e sono, proprio per questo motivo, sicure al cento per cento sia per gli adulti che per i bambini e i ragazzi.
Le viste partono da Ponte a Gaio presso il centro accoglienza del Corpo Forestale dello Stato. Si consiglia ovviamente di indossare un abbigliamento quanto più sportivo possibile e scarpe da trekking. La guida consegnerà a tutti, adulti e bambini, anche un casco protettivo.
Un'avventura di questa tipologia non può ovviamente essere offerta ai bambini troppo piccoli e vi consigliamo quindi di informavi al momento della prenotazione dell'età minima per i partecipanti.
Con la guida sarà possibile attraversare il canyon con l'acqua che arriva alle ginocchia e dopo sarà possibile lasciar camminare i bambini da soli nel torrente alla scoperta della natura che li circonda. Sarà anche possibile, se sarete fortunati, imbattersi in numerose specie di volatili e di mammiferi che abitano queste zone. Ovviamente però i bambini non devono mai essere lasciati completamente da soli perché si tratta pur sempre di una zona che potrebbe essere pericolosa per loro.
Dobbiamo infine ricordare che dopo la visita all'Orrido di Botri la zona è perfetta anche per trascorrere il resto della giornata. Qui infatti sono disponibili ampie distese verdi in cui poter organizzare pranzi al sacco nonché un piccolo laghetto sulle cui sponde è possibile sostare o in cui, per coloro che non temono il freddo, è anche possibile fare il bagno. La zona è perfetta ovviamente anche come punto di inizio per varie escursioni naturalistiche in questa natura meravigliosa e rigogliosa.

Altro su: "Orrido di Botri"

Prato
Prato è famosa per i suoi tessuti e ospita l'unico museo in Italia dedicato interamente all'arte e alla tecnologia tessile.
Il Parco Minerario Naturalistico di Gavorrano
In provincia di Grosseto, visitate con i bambini il Parco Minerario Naturalistico di Gavorrano per comprendere come i minerali venivano estratti dal sottosuolo.
Agriturismi in Toscana per bambini
Il modo migliore per visitare la meravigliosa Toscana è soggiornare in un agriturismo.
Lido di Camaiore
A Lido di Camaiore (Lu) spiagge attrezzate e ricche di servizi per i bambini, un parco giochi immerso nella pineta e strutture ricettive adatte ai bambini.
Il Museo della scrittura
A S. Miniato in provincia di Pisa, il museo della scrittura documenta la storia e il suo uso fino dall'età antica.
Oasi WWF Bosco del Bottaccio
L'Oasi WWF Bosco del Bottaccio, in provincia di Lucca, è un luogo meraviglioso in cui portate i bambini per trascorrere una bellissima giornata all'aria aperta.